Quali al momento le candidate alle Olimpiadi 2018

Tutto verrà deciso nell’estate del 2011 quando il CIO si riunirà per ascoltare la proposta delle ultime candidate con tutti i requisiti in regola. Siamo quindi ancora in una fase molto esplorativa dove si presentano anche più candidate per lo stesso Paese. Di certo poi la crisi finanziaria esplosa improvvisamente obbligherà molte, di oggi, alla rinuncia, ma vediamo intanto chi sono. Norvegia: sicuramente il paese più dinamico nel proporsi con le candidature Olimpiche invernali. La Norvegia in passato ha già organizzato i Giochi a Oslo nel 1952 e nel 1994 a Lillehammer. Per il 2018 si candida Tromso. Svezia: candidata con Ostersund. Ucraina: con Bukovel. Germania: con Monaco e Garmish-Partenkirchen. Svizzera: la città di Berna ha espresso il suo interesse alla candidatura ma poi (quasi sempre) un referendum popolare blocca il progetto perché ritenuto troppo costoso da tutti gli svizzeri. Turchia: con la cittadina di Bursa. Bulgaria e Serbia: insieme progettano le Olimpiadi a Stara Planina. In Georgia: la cittadina di Borjomi.

Ci spostiamo di continente e andiamo negli USA dove, al momento, vorrebbero candidarsi la cittadina di Reno, nella Regione del Lago Tahoe, ancora un’altra volta Lake Placid che fu sede Olimpica nel 1980 ed infine la città di Denver nel Colorado. L’elenco si completa con la proposta asiatica della Corea Del Sud che, con grande ostinazione, torna a ripoporre Pyeong Chang. Questa candidata ha già subito la sconfitta nel 2010 con Vancouver e poi ancora per il 2014 con Sochi. Ma non si arrendono e ci vogliono riprovare.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per fornire alcuni servizi. Continuando la navigazione ne consentirai l'utilizzo. Per maggiori informazioni consulta la Cookies Policy...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi