Da domani c’è da tifare Italia

Ancora poche ore e domani riprende il grande curling. Al Volvo Sports Centre di Riga (in Lettonia) tutto è pronto per ospitare il Mondiale donne 2013. In competizione ci saranno: Canada, Svizzera, Giappone, Lettonia, Stati Uniti, Russia, Scozia, Svezia, Danimarca, Germania, Cina e ovviamente la nostra Italia. Azzurre sul ghiaccio con la squadra del Tofane, con la skip Diana Gaspari, e Giorgia Apollonio, Chiara Olivieri, Claudia Alverà e Maria Gaspari accompagnate dai tecnici Fabio Alverà e Antonio Menardi. E’ un’ottima nazionale che già nel Mondiale dello scorso anno ha dimostrato di poter raggiugere la qualificazione olimpica. Sì, perché il mondiale per noi ha questo obiettivo: ottenere punti per entrare tra le prime 7 nazioni (+ ovviamente la Russia qualificata come paese organizzatore). Il risultato da perseguire è quello di terminare al 5º o 6º posto della classifica. Ma siamo anche vincolati a quanto sapranno fare le nostre avversarie Danimarca e Germania (10 saranno le nazionali olimpiche). Se poi l’Italia non otterrà punti esiste ancora la possibilità del Challenge in programma nel dicembre prossimo (luogo ancora da definire) che premierà le prime due classificate con la qualificazione per Sochi 2014. L’Italia di Diana Gaspari ha svolto una lunghissima preparazione, c’è il gruppo e la coesione. Le gare inizieranno domani sabato 16 marzo dalle ore 14 locali e termineranno con le finali il 24. Prima avversaria dell’Italia saranno gli Stati Uniti ed in serata (ore 19) la Svizzera. Oggi le Nazionali stanno raggiungendo la capitale Lettone non senza disagi. Proprio mercoledì la squadra canadese è stata bloccata nell’aereoporto di Francoforte per tutta la giornata causa forte nevicata. In questo Mondiale la quotatissima Nazionale canadese si presenta con il team di Ottawa della skip Rachel Homan che è stata la vincitrice dello Scotties  battendo la favorita Jennifer Jones di Manitoba. Per  la Jones forse era ancora troppo presto dopo la sosta sportiva imposta per maternità. Ma ritornando a parlare di questo Canada in Lettonia diciamo che, cosa scontata, è sicuramente tra le favorite al titolo. In Canada c’è grande ammirazione per il gioco espresso nello Scotties da questo team. Un gioco definito dagli esperti canadesi con il termine runbacks. Controllo del peso e la massima attenzione alla precisione sino dai primi lanci dei lead. Alla partenza da Ottawa la skip Rachel Homan ha rilasciato un breve commento sul Mondiale e sulle avversarie alla stampa locale: “La Scozia della Muirhead ha giocato un grande Europeo e sicuramente a Riga saprà fare anche meglio; la Russia della Sidorova è in crescita costante e non teme avversari; la Svezia della Sigfridsson già nel Mondiale 2012 ha dimostrato tutto il suo valore e poi hanno un grande selezionatore con Peja Lindolm; la Cina da un certo periodo sembrerebbe in modalità esaurimento per aver, forse, giocato troppo ma credo che in questo Mondiale abbiano risolto i loro problemi; Svizzera presente con la Tirinzoni peccato per la mia amica Miriam Ott”.
Nella rubrica TV sono pubblicati gli orari delle gare trasmesse su Eurosport 1 e 2 su satellite.

 

Titlis Glacier Mountain World Women's Curling Championship 2013

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per fornire alcuni servizi. Continuando la navigazione ne consentirai l'utilizzo. Per maggiori informazioni consulta la Cookies Policy...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi