Universiade 2013 Torneo curling: Verso le finali

Femminile:
Terminato a Baselga di Pinè il round robin femminile. L’Italia ha chiuso queste Universiadi 2013 con l’ultima gara contro la Russia olimpica di Anna Sidorova. Questo ultimo impegno azzurro si è concluso con il risultato di 10 a 0 per la Russia. Speranze azzurre annullate con le 4 stones nel 5º end. Stretta di mano tra le squdre al termine del 6º end. Chiusa quindi la classifica che ha decretato il passaggio alle fasi finali del torneo per Russia (a punteggio pieno 9 gare vinte su 9 disputate) Svizzera, Corea del Sud e Regno Unito. E’ stata una Universiade di grande livello con una Russia che è arrivata a Baselga di Pinè praticamente con la squadra che ha come obiettivo una medaglia d’oro alle prossime olimpiadi di Sochi. Anche la Corea schierava la squadra della skip Kim Sun che non avrà le ambizioni della Russia ma di certo saprà farsi valere nel toneo olimpico. Di grande valore anche questa Svizzera con la skip Michele Jaggi che, insieme al team Tirinzoni, saranno le eredi di Miriam Ott. Stesso discorso per il Regno Unito, sul ghiaccio di queste Universiadi con il team di Hannah Fleming unica squadra in grado, a volte, di controbattere in Scozia lo strapotere del team Muirhead.

Maschile:
Ultimo atto anche del round robin maschile. Tante speranze nell’ultima gara della nostra Nazionale che in questa partita ha retto bene contro la Rep. Ceca. Sino al termine dell’ottavo end c’era odore di vittoria (7 a 5). Poi il finale tutto da dimenticare con il recupero ad ogni end della Rep. Ceca. Si andava all’extra end e i nostri avversari ci rubavano la soddisfazione della terza vittoria in questa Universiade. Risultato finale Rep. Ceca 8 – Italia 7.
Si chiude così questa esperienza italiana maschile alle Universiadi di Trento 2013 con la vittoria su Svizzera e Stati Uniti.
Continuano verso le semifinali Svezia, Canada e Regno Unito. La quarta nazionale verrà fuori domani nella gara di tie break tra Stati Uniti e Norvegia. La vincente del Tie Break incontrerà in semifinale la Svezia. Già pronti per giocarsi la semifinale Canada contro Regno Unito.

 
Aggiornamento: Quarta classificata, dopo il tie break vinto contro gli Stati Uniti, la Norvegia (risultato 4 a 3). Domani semifinali Svezia contro Norvegia e Canada contro Gran Bretagna.

 

baselga

Una risposta a "Universiade 2013 Torneo curling: Verso le finali"

  1. Gianandrea Gallinatto ha detto:

    Buongiorno, innanzi tutto vorrei parlare dell’aspetto sportivo perchè è giusto non tirarsi indietro. Il risultato è stato sicuramente al di sotto delle attese. Un po’ meglio i ragazzi, ma il risultato negativo rimane. Quello che mi preme dire è che nulla può essere imputato ai 10 ragazzi che hanno partecipato all’Universiade, loro hanno sempre profuso il massimo dell’impegno e dello sforzo. Forse questa manifestazione dovrà servirci da lezione per il futuro, una migliore programmazione e magari evitare di classificare gli eventi tra più importanti e meno importanti, ci aiuterà a raggiungere risultati migliori. Se guardo a come si sono preparate le altre nazioni e penso ai nostri ragazzi che hanno avuto a disposizione DUE giorni di allenamento assieme, il sentimento che sovviene è un misto tra rabbia e tristezza.
    Veniamo all’aspetto organizzativo. Qui tutti si danno un gran da fare e c’è grande disponibilità, ma il poco tempo avuto a disposizione non ha certo aiutato. Il palazzetto ha davvero una temperatura polare, le condizioni in cui si trovano ad operare Coaches, Umpires e volontari sono davvero difficili. Dover seguire le partite avvolti nelle coperte non è il massimo. E questo non aiuta neppure il pubblico che non può far altro che la spola tra gradinate e bar dove trovare conforto.
    Forse l’aspetto che più rattrista è l’assoluta mancanza di copertura televisiva. A non più di 50 metri dall’ingresso dell’impianto del curling c’è la pista della velocità dove sono dispiegate telecamere e telecronisti prestigiosi. Sapere che non si è ritenuto degna di ripresa neppure una partita, lascia molto da pensare, sopratutto quando si vedono troupe televisive delle altre nazioni che inseguono i loro atleti.
    E senza visibilità televisiva è davvero difficile che il curling in Italia possa avere prospettive di crescita.
    Voglio chiudere con un aspetto che ha molto rattristato i ragazzi, noi non parteciperemo alla Cerimonia di chiusura delle Universiadi. E stato previsto che noi si debba partire sabato mattina, peccato che la Cerimonia sia a Canazei alle 18.00……
    Detto questo è stata una bella esperienza, e ringraziamo comunque tutti per il lavoro e l’impegno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per fornire alcuni servizi. Continuando la navigazione ne consentirai l'utilizzo. Per maggiori informazioni consulta la Cookies Policy...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi