WJCC 2014: Vincono il Canada nel femminile e la Svizzera nel maschile

Si è chiusa nel primo pomeriggio, con le finali del torneo maschile e a seguire le premiazioni, quest’ultima giornata ai Mondiali Junior 2014 iniziata presto, alle 9, per dare corso anche alle finali del femminile.

Nessuna delle rappresentative detentrici del titolo 2013 si è riconfermata all’appuntamento odierno. Peraltro oggi solo la Scozia dello skip Kyle Smith, schierata nella medesima formazione di un anno fa, ne aveva la possibilità giocando la finalissima contro una Svizzera al debutto mondiale (skip Yannick Schwaller). Ma procediamo con ordine. Nel femminile il Canada ha vinto l’oro superando la Corea per 6 a 4 solo nel finale partita, soffrendo forse più di quanto fosse pronosticabile. Nella pista a fianco, invece, una solida Russia ha saputo evidentemente cogliere oggi tutte le opportunità che si sono via via presentate (a partire dai 5 punti nel terzo end) e ha chiuso i giochi con la Svezia ben in anticipo (11 a 4 lo score finale dopo 8 end). Riepilogando: Canada femminile medaglia d’oro, Corea argento, Russia bronzo.
Per quanto riguarda il maschile, la finale ha visto una Svizzera sempre superiore alla Scozia fin dalle prime battute. Il punteggio al termine della partita, 6 a 5 in favore degli elvetici, non può testimoniare a sufficienza quanto sia apparsa abbastanza netta la supremazia di una sull’altra, con gli scozzesi sempre a rincorrere l’avversario. Anche nel rink accanto deve essere successo qualcosa di simile, con i canadesi che fino all’ultimo hanno cercato di rimettere sui giusti binari un match partito male (2 punti della Norvegia con l’hammer iniziale seguiti subito da altri 2 punti sempre per i norvegesi). Così, al 9º end, il pareggio temporaneo del Canada (5 a 5) ha lasciato l’hammer e la vittoria nel decimo alla Norvegia. Score finale 7 – 5 per gli scandinavi. Podio quindi: Svizzera maschile medaglia d’oro, Scozia argento, Norvegia bronzo.

 

canadaj_svizzeraj_2014

 

E’ tutto. Appuntamento al prossimo anno per l’edizione 2015, quando rivedremo sicuramente in campo la nazionale italiana maschile già qualificata e, speriamo, l’Italia femminile se nel challenge di qualificazione saprà nuovamente fare bene.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per fornire alcuni servizi. Continuando la navigazione ne consentirai l'utilizzo. Per maggiori informazioni consulta la Cookies Policy...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi