WMCC 2014: Norvegia Campione del Mondo

Nella finale per il titolo Mondiale a Beijng, o se preferite Pechino, il pronostico è stato rispettato con la vittoria della Norvegia sulla Svezia (skip Oskar Eriksson) per 8 a 3. Meritato questo risultato con una Norvegia che per tutto il Mondiale non ha concesso nulla agli avversari. Sulla finale ben poco da dire. La Norvegia al termine del 4º end aveva già accumulato un vantaggio importante conducendo per 5 a 0. Una gara impossibile per questo giovane team svedese. Una Svezia comunque brava nel guadagnare la finale e la medaglia d’argento. Nella finalina per il bronzo invece la sorpresa c’è stata con la vittoria della Svizzera contro il Canada per 7 a 5. Un bronzo pesante per questa Svizzera di Peter De Cruz e compagni contro un mostro sacro come Kevin Koe (Campione Mondiale a Cortina nel 2010). Di certo anche una grande soddisfazione per Claudio Pescia che da alcuni anni allena e spesso gioca con questa squadra elvetica. Ma torniamo ai neo Campioni del Mondo della Norvegia per dire che il Titolo Mondiale a loro mancava da parecchi anni. Sono sempre andati molto vicini a questo risultato ma di frequente si erano dovuti accontentare di giocarsi la finale per poi portare a casa solo un argento. Alla Norvegia il Mondiale mancava dal lontano 1988 quando riuscì nell’impresa con il team dello skip Eigil Ramsfjell. La storia internazionale del curling norvegese è fatta di 3 generazioni con 3 squadre degli skip Eigil Ramsfjell, Pal Trulsen e Thomas Ulsrud. Tutti e tre con carriere così longeve che, dagli anni 80 ai primi anni 2000, sono state anche in competizione tra loro e quindi alternate nel rappresentare la Norvegia nelle competizioni internazionali.

Oggi al Capital Gymnasium di Pechino tra gli spettatori della finale era presente anche Eigil Ramsfjell che ha ricevuto la consacrazione di merito da parte di WCF che lo ha inserito nella Hall of Fame. Il premio alla sportività e alla correttezza, votato da tutti i giocatori di questo Mondiale, è andato al giocatore della squadra scozzese Ewan MacDonald che ha ricevuto il Collie Campbell Memorial Award.

Vorrei chiudere questo servizio sul Mondiale uomini con un commento sull’intervista rilasciata al termine del Mondiale dallo skip vincitore Thomas Ulsrud. Dopo aver commentato l’ultima partita contro la Svezia, indicando come punto importante di forza norvegese una maggiore esperienza nelle competizioni di questo livello, ha risposto a delle domande sul futuro della stessa squadra norvegese. A questo punto i toni sono cambiati e Ulsrud non ha saputo nascondere un certo pessimismo. Una ragione riguarda il third Torger Nergård che lascerà presto la squadra. Poi anche qualcosa sul suo privato, rispondendo che il suo futuro dipenderà molto dalle scelte di sua moglie. Con un categorico “per il mio futuro chiedete a mia moglie” Thomas Ulsrud non nasconde che da molto tempo c’è un problema di vita di coppia sempre meno compatibile con la vita da professionista del curling. Già nel 2010, in occasione del Mondiale a Cortina, Ulsrud, sceso dall’aereo con la squadra a Venezia, riprese subito il primo volo per tornare a casa. A Cortina Thomas non si vide e la squadra dovette giocare senza di lui. Anche in quella occasione si parlò di problemi di coppia, ma ovviamente il team Norvegia non diete nessuna spiegazione.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per fornire alcuni servizi. Continuando la navigazione ne consentirai l'utilizzo. Per maggiori informazioni consulta la Cookies Policy...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi