WWCC 2015: Conclusa la giornata di martedì

Nella giornata odierna di martedì 17 marzo, al commento precedente sulla sessione 9, aggiungiamo quello che è avvenuto a Sapporo nelle gare della sessione 10 (ore 14 locali) e sessione 11 (ore 19).

Sessione 10: Canada – Stati Uniti 10-2. Un confronto senza sorprese con la vittoria canadese impostata nel 3º end con 3 punti e replicata con altri 3 punti nell’ottavo. Svizzera – Finlandia 8-7. Vittoria importante per la Svizzera anche se forse troppo sofferta. Gara risolta per le elvetiche solo con l’ultimo punto al decimo end ottenuto con il vantaggio dell’ultimo sasso. Cina – Scozia 7-5. Grave il danno subito dalla Scozia con questa sconfitta ma è stata una vittoria sicuramente meritata dalle cinesi. Quando al terzo end la Scozia riusciva, con 3 punti, a tornare in parità di risultato, sembrava di poter vedere solo l’inizio di una progressione scozzese. Invece è stata la Cina a reagire prima e meglio con 2 punti nell’ottava mano andando poi alla decima in vantaggio e con l’hammer. Germania – Danimarca 7-9. In questo mondiale si è vista una Danimarca a corrente alternata ma quando l’energia arriva diventa una squadra molto difficile. Questa volta la corrente c’era e la Germania è stata la vittima sacrificata. Finale di decimo end con 3 punti danesi e partita chiusa.

Sessione 11: Russia – Giappone 7-3. Skip Sidorova  molto determinata nel voler dimenticare la deludente prestazione vista contro la Svizzera. La Russia ha quindi concesso poco o niente. Giappone che dopo la grande partenza è nella classifica in una posizione più giusta. Canada – Danimarca 8-7. Brividi freddi per Jennifer Jones che ha rischiato e anche tanto di perdere questa gara. Risolta solo grazie al possesso dell’ultimo sasso nel decimo. Svezia – Norvegia 8-5. E’ chiaro che tutte le squadre in questo mondiale hanno vita facile contro la Norvegia. Ritengo che la Svezia nelle prossime sessioni potrà dimostrare di arrivare, al termine del round robin, tra le prime quattro. Dopo un avvio di Mondiale non facile, da adesso Margaretha Sigfridsson e compagne non possono più sbagliare. Scozia – Finlandia 8-3. 3 stones a punto per la Scozia già nel primo end e poi per Eve Muirhead si è trattato solo di gestire il punteggio sino alla fine. Domani (mercoledì 18 marzo) i confronti di particolare interesse saranno: (ore 9 locali) Scozia – Russia e Danimarca – Giappone. A seguire (ore 14 locali) il confronto tutto asiatico tra Giappone – Cina. Alla sera (ore 19 locali) Svizzera – Canada.

La classifica al termine della sessione 11:  Canada e Svizzera 6 vittorie (1 sconfitta); Russia 5 (2); Cina, Germania, Giappone, Scozia e Svezia 4 (3); Danimarca e Finlandia 2 (5); Stati Uniti 1 (6); Norvegia 0 (7).

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per fornire alcuni servizi. Continuando la navigazione ne consentirai l'utilizzo. Per maggiori informazioni consulta la Cookies Policy...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi