Chiuso il Mondiale di Halifax il Canada guarda al 2016

Concluso il Mondiale uomini di Halifax con una profonda delusione per i canadesi. Tutti in Canada pensavano che questa, in casa ad Halifax, potesse essere l’occasione giusta per ritornare alla medaglia. Ma il pubblico canadese è esigente fuori misura e non sa accettare la medaglia di bronzo. La riprova questa mattina arriva dai giornali del Canada dove il risultato finale del Mondiale ha perso posizioni di importanza o peggio in alcuni casi è stato già dimenticato. A conferma, sui giudizi dei canadesi verso la propria  nazionale, vi segnalo una frase riportata in apertura di articolo da un importante quotidiano Nazionale: “La Svezia è una squadra che ha cambiato tutto ma non il suo skip“. A riprova che, come ho scritto negli articoli precedenti, i canadesi non hanno perdonato il cambio di ruolo tra Morris e Simmons. Ieri per la finale tra Norvegia e Svezia il pubblico presente al Scotiabank Centre era numeroso a sfiorare le 5 mila presenze. Un numero così importante perché di certo in molti avevano acquistato in prevendita il biglietto immaginando di assistere ad una finale con in gara il Canada. Sulle poche interviste pubblicate si può leggere quanto ha dichiarato lo skip norvegese Thomas Ulsrud che ha detto: “Ho trovato difficoltà con un ghiaccio più morbido del solito e con delle stones molto swingy [con molta rotazione]. Ma nulla toglie al grande merito dei nostri avversari. Una Svezia che ha meritato senza discussione il Titolo Mondiale“. E cosa ha detto Edin: “Un play off spettacolare per noi dopo un round robin sicuramente non all’altezza. Sono molto contento di come ha giocato la mia squadra. E dire che questa era la nostra prima stagione insieme dopo aver creato una squadra inserendomi nel gruppo del mio terzo Oskar. Abbiamo capito che potevamo fare grandi cose quando abbiamo vinto l’Europeo lo scorso anno“. Per chiudere sulla finale che Niklas Edin ha giocato all’84% contro Ulsrud al 69%. Le percentuali delle squadre sono state 88% per la Svezia contro il 71% della Norvegia.

Anche in Canada però è critica l’affluenza di pubblico ai Mondiali. Ad Edmonton nel 2007 spettatori 184 mila, nel 2009 a Moncton 78 mila, 60 mila a Victoria nel 2013 e ad Halifax 2015 gli spettatori sono stati 56 mila.

Adesso l’organizzazione degli eventi di curling in Canada già pensa alla prossima stagione. Il Mondiale maschile si giocherà in Svizzera (Basilea) dal 2 al 10 aprile 2016. Mentre il Mondiale femminile ritorna in Canada a Saskachewan dal 19 al 27 marzo 2016. Prima di queste date lo Scotties donne (Grand Praire) dal 20 al 28 febbraio 2016 ed il Brier uomini (Ottawa) dal 5 al 13 marzo 2016. L’appuntamento per la Continental Cup è fissato per gennaio (dal 14 al 17) ancora a Las Vegas.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per fornire alcuni servizi. Continuando la navigazione ne consentirai l'utilizzo. Per maggiori informazioni consulta la Cookies Policy...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi