WMDCC 2016 : Il Mondiale Doppio misto commentato dai protagonisti

Da Karstard Marco Pascale & Lucrezia Laurenti
La nostra avventura inizia giovedì 14 aprile di primo mattino. Solo un paio di ore di sonno
(per chi ha dormito) visto che la sveglia è programmata per le 3:30. Il decollo da Torino
Caselle è previsto per le 6:35 e ci aspetta una traversata piuttosto lunga.
Il programma di volo prevede un primo scalo ad Amsterdam, quindi un secondo a
Stoccolma. Il simpatico bimotore ad elica dell’ultima tratta ci deposita quindi a Karlstad alle
16:05, concludendo il viaggio di andata senza intoppi degni di nota.
Il piccolo aeroporto è immerso tra estesi boschi di betulla e, spenti i motori, rimaniamo stupiti dal silenzio quasi assoluto che ci circonda. Raccogliamo i bagagli e una navetta ci porta in città, presso l’albergo che sarà la nostra casa per i prossimi 10 giorni.
Approfittiamo subito del bel tempo e del servizio biciclette messo a disposizione dal comitato organizzatore per fare una rapido giro dell’area intorno all’arena e concludiamo la giornata cenando insieme ai parenti del nostro Marco. Già, perchè per chi non lo sapesse la giocatrice scozzese ¬ Gina Aitken ¬ è sua cugina, mentre coach David è suo zio. La famiglia si riunisce!
Venerdì 15 non prevede impegni fino a sera, quindi ci prendiamo del tempo per sistemarci a dovere e per visitare lo stadio. Si tratta della Löfbergs Arena, già teatro dei Campionati Europei del 2012. Stadio di casa della locale e gloriosa squadra di Hockey FBK, l’impianto può ospitare 8500 spettatori ed è dotato di ogni confort, incluso un bel ristorante panoramico e una sauna con vista sul ghiaccio, in perfetto stile scandinavo.
Nel pomeriggio facciamo un salto al Curling Club, teatro dei campionati Senior, nonchè l’impianto dove il Team Edin si allena quasi quotidianamente quando non impegnato in giro per il mondo. Assistiamo a Italia¬Scozia femminile, finita purtroppo a favore delle seconde, quindi alle 20 ci spostiamo di pochi metri all’interno del “Racketcenter” per il rinfresco inaugurale e la cerimonia di apertura. Si tratta di un spettacolo semplice ma gradevole, basato su musica e danze e condito dai discorsi di rito. Rientriamo quindi in albergo e lasciamo che la notte ci conduca all’inizio delle gare.
Ricordiamo che oggi per la coppia azzurra doppio impegno Mondiale contro Cina e in serata Irlanda

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per fornire alcuni servizi. Continuando la navigazione ne consentirai l'utilizzo. Per maggiori informazioni consulta la Cookies Policy...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi