Dieci anni dalle Universiadi di Torino 2007

Dopo i festeggiamenti per le Olimpiadi di Torino 2006 è giusto anche ricordare quest’anno i 10 anni della XXIII edizione delle Universiadi di Torino 2007. L’Italia era in gara con la maschile formata da Alberto Rostagnotto, Alberto Giuliani, Alessandro Zardini, Lorenzo Olivieri e Simone Margheritis. Non fu una competizione fortunata per il nostro Team che chiuse il torneo in ultima posizione. Le cose andarono sicuramente meglio con la nostra femminile formata da Diana Gaspari,Elettra De Col,Rosa Pompanin e Deborah Pavan. Al termine del round robin giocarono due partite di spareggio contro la Cina ( vinta per l’Italia) e poi contro il Giappone ( Italia eliminata).Le ragazze italiane chiusero queste Universiadi 2007 con un ottimo 5° posto. Per la cronaca il maschile fu vinto dagli Stati Uniti mentre nel femminile oro al Canada.
Ma in questa edizione ci fu un evento nell’evento molto particolare che ha visto il curling torinese come protagonista. Voglio raccontarvi quindi la storia di 10 ragazzi del Camerun che scesero sul ghiaccio di queste Universiadi e giocarono a curling contro una formazione del Resto del Mondo.Giusto quindi festeggiare anche i 10 anni del Curling Lions Camerun. Ma proviamo a raccontare come si arrivò a giocare questa partita. Era il 2005 ed ero di ritorno da un viaggio di curling in Canada. All’uscita dalla Malpensa il mio cellulare riprende a suonare. Era il Presidente del CUS Torino Riccardo Delicio. Il CUS mi proponeva in quel preciso momento di iniziare a seguire un gruppo di universitari arrivati a Torino dal Camerun. Lo scopo era da subito chiaro con la volontà di portarli a giocare a curling alle Universiadi di Torino. Qualche giorno dopo incontrai i ragazzi del Camerun sul ghiaccio di Torino Esposizioni che allora era dotata di una pista dedicata al curling. Da quel momento iniziarono gli allenamenti e la preparazione.La prima occasione di giocare in un torneo arrivò nel maggio dello stesso anno al torneo organizzato dalla Curling Academy di Torino. Nell’estate successiva il CUS formalizzò la creazione del club Lions Camerun e quindi, con la stagione di curling 2005-2006, i ragazzi ebbero l’opportunità di giocare il campionato italiano di B con la Federazione che gentilmente chiuse entrambi gli occhi in quanto le squadre , maschile e femminile, erano composte tutte da extracomunitari. Si continuò a lavorare e a giocare tanto curling nella speranza di essere accolti in gara alle Universiadi 2007. Ma purtroppo le richieste ufficiali avanzate alla FISU non furono accolte motivate dall’inesistenza di piste ghiaccio in Camerun. A nulla valsero le mie proteste e anche il mio segnalare che anche il Principato di Monaco non ha ne piste da bob e tantomeno da sci ma alle Olimpiadi è in gara. Dopo le mie contestazioni arrivo dalla FISU una proposta in termini di prendere o lasciare. Al Camerun veniva offerta l’opportunità di giocare una partita di esibizione sia al maschile che femminile Camerun contro Resto del Mondo. E così è stato. Da Roma arrivò per l’occasione anche l’Ambasciatore del Camerun ed erano presenti anche Riccardo Delicio ( Presidente CUS), Renato Montabone (Assessore allo Sport di Torino) e il Presidente onorario del Camerun Enzo Franco. Il Presidente onorario era quella persona che promosse da subito questa iniziativa e continuò costantemente a seguire tutto il gruppo. Un grazie anche a Gianandrea Gallinatto e Diego Bertoletti tecnici e compagni in questa avventura.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per fornire alcuni servizi. Continuando la navigazione ne consentirai l'utilizzo. Per maggiori informazioni consulta la Cookies Policy...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi