Doping alle Olimpiadi: Dubbi sul giocatore OAR di curling Doppio Misto

I media di tutto il mondo tornano a parlare in queste ore molto di curling. Purtroppo non sono apprezzamenti ma di doping. La notizia è stata diffusa dal sito russo Sport Express in merito alla segnalazione sulla prima prova doping al giocatore Alexadr Krushelnitckii che, in coppia con Anastasia Brygalovoy, ha conquistato la medaglia di bronzo nel torneo di curling Mixed Doubles. La notizia è stata poi confermata da fonti vicino al CIO. Si parla di meldonium. E’ un farmaco usato nell’est europeo per curare gli scompensi cardiaci. Non è la prima volta che si parla di uso del meldonio per gli sportivi della Russia. Già nel luglio 2016 avevamo dato notizia che 2 atleti russi del curling erano stati pizzicati per questo uso. Tra gli atleti famosi si parlò anche del principio attivo mildronato che costò la squalifica alla tennista Maria Sharapova. L’atleta russo Krushelnitckii, pare abbia dichiarato, che questo farmaco gli sarebbe stato somministrato, a sua insaputa, da un altro atleta russo durante il ritiro pre-olimpico in Giappone. Il responso definitivo è atteso per domani con la prova antidoping del secondo campione. La delegazione OAR rischia di perdere la medaglia di bronzo vinta da Krushelnitckii nel doppio misto ma anche il divieto di sfilare, per tutti gli atleti russi, nella cerimonia di chiusura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per fornire alcuni servizi. Continuando la navigazione ne consentirai l'utilizzo. Per maggiori informazioni consulta la Cookies Policy...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi