Dal freddo della Corea ai 31° di Las Vegas

C’è un detto nel Nevada che dice “tutto quello che succede in Las Vegas rimane in Las Vegas”. E’ facile immaginare di quali e quante tentazioni si parli e tutti gli atleti in gara, per questo Mondiale maschile, dovranno tenersi lontani e non cedere a facili distrazioni. Distrazioni che non possono esistere per il tecnico del ghiaccio Shawan Olesen. Questo signore in pochi giorni è passato dal freddo polare a Gangneung, dove ha realizzato e curato il ghiaccio del curling olimpico, a Las Vegas chiamato per lo stesso incarico all’Orleans Arena. Ma la differenza tra queste realtà è notevole. In questi giorni a Las Vegas si vive con una temperatura che oscilla tra i 27° e i 31°. Olesen comunque non è preoccupato. L’impianto di raffreddamento all’Arena Orleans lavora con un buon ritmo. Qui, sino al 2014 è stata la sede di hockey dei Wranglers. Per il curling sono state ospitate le Continental Cup del 2014, 2016 e 2017, quindi nessun pericolo, si può fare. Gli atleti arrivano dentro l’Orleans in pantaloncini e infradito e trovano le divise per il gioco in Arena. Passano da una seduta di allenamento sul ghiaccio sottozero a momenti di relax, a soli pochi metri di distanza, di una piscina. Stessa vita per tutti compresi i campioni di curling del Canada con la squadra di Brad Gushue. Il gruppo si è già più volte rosolato al sole e vorrebbero terminare il Mondiale con una abbronzatura dignitosa per andare al matrimonio in Messico del compagno di squadra Geoff Walker. Attenti a non bruciare. Questa sera prima gara del Canada contro la Russia di Alexey Timofeev.
Intanto per tutti i giorni di gara non sono previste precipitazioni e il caldo del deserto sale.
All’arena saranno presenti anche i campioni olimpici degli Stati Uniti con John Shuster e Matt Hamilton. Ma non sono in gara. Saranno presenti per fare rappresentanza come ambasciatori del curling e Cheerleader della squadra USA che partecipa al Mondiale. Shuster e Hamilton sono felici di essere stati inviatati al Mondiale di Las Vegas anche perché non essendo in gara possono viversi al meglio l’atmosfera dell’evento. Shuster continuerà a firmare montagne di autografi. Proprio per questo impegno lui stesso dice di essere migliorato con la scrittura. Prime gare questa sera alle 22,30. Trasmesse in streaming Cina – Svizzera oppure a scelta Canada – Russia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *