Las Vegas Mondiale maschile: Riflessioni del Canada il giorno dopo

In tutta onestà i giornali canadesi oggi, dopo Italia – Canada, parlano di “vittoria drammatica” e parlano di un Amos Mosaner come giocatore molto bravo e dalla figura imponente. Lo skip Brad Gushue nelle interviste ha detto: “Siamo stati fortunati con quell’ultimo sasso italiano. Ormai, per quello che avevo visto in partita, non mi aspettavo un esito a noi favorevole. Mosaner ha fatto vedere ottimi lanci e precise bocciate e quindi sinceramente pensavo che il confronto finisse in modo molto diverso. Sono ancora dispiaciuto per aver chiuso il nono end con un solo punto ed in più andare al decimo senza hammer rendeva le cose per noi molto complicate.” Walker anche lui ha voluto dire qualcosa: “Sì siamo stati fortunati. Dobbiamo migliorare perché in questo Mondiale stiamo giocando sempre con le spalle al muro. Comunque Las Vegas è il posto giusto per avere fortuna. Sicuramente dobbiamo risolvere anche il problema del dopo gioco. Qui non riusciamo ad allontanarci dal clima del curling cosa che invece riusciamo a fare nei Brier. Nei giorni del Brier dopo il debriefing riusciamo a non parlare più di curling sin quando non saliamo in pista per un impegno. Qui ancora non ci riusciamo e siamo sempre avvicinati dai nostri tifosi. Sicuramente la situazione potrà migliorare con i 2 impegni di gioco quotidiani.” Per l’Italia adesso è importante saper voltare pagina con la consapevolezza che possiamo giocarcela con qualsiasi avversario e, in particolare, tutto è possibile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *