Le news dal VII Congresso della World Curling Federation

Budapest ha ospitato il VII Congresso della World Curling Federation il 9 settembre. Presenti per l’Italia il Presidente Federale Andrea Gios, il Segretario Generale Ippolito Sanfratello, il Responsabile di Settore Eros Gonin e il C.T. Marco Mariani, segno importante dell’interesse della FISG per l’impostazione del nuovo quadriennio olimpico. Di seguito un breve report dei punti discussi e delle decisioni prese in quella sede.

Molte le novità e delibere approvate. Prima su tutte la ratifica per l’ammissione di 10 squadre ai prossimi Giochi Olimpici Invernali nella specialità del Mixed Doubles e la partecipazione di 24 team, contro i 16 attuali, per i prossimi Youth Olympic Games di Losanna 2020.

A partire dal 2020 i Campionati del Mondo del Mixed Doubles saranno aperti a 20 squadre con 16 team che si qualificheranno nella stagione precedente (nel 2019 durante le gare di Stavanger in Norvegia) mentre ulteriori 4 si aggiungeranno dal World Challenge che verrà organizzato nei mesi di gennaio/febbraio. L’argomento è stato dibattuto a lungo durante i lavori con la presentazione di diversi emendamenti segno dell’interesse che la nuova specialità ha riscontrato alla prima partecipazione ai Giochi Olimpici di PyeongChang nel febbraio scorso.

Per quanto riguarda i regolamenti poche le novità significative che verranno inserite a breve nel Regolamento WCF.

Kate Caithness è stata votata all’unanimità per acclamazione per il suo terzo mandato. A seguito delle dimissioni di Andy Anderson, lo statunitense Beau Welling prenderà il posto nel ruolo di Direttore dell’Esecutivo.

In conclusione sono stati accettati quali nuovi membri provvisori Afghanistan, Kirghizistan, Portogallo e Nigeria, che rappresenta così il primo Paese africano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *